Blog

Valutazione di Odoo: il nostro metodo

Adottare un ERP in azienda significa snellire il flusso informativo, semplificare il parco software evitando l’uso di programmi diversi che devono dialogare fra loro, risparmiare costi di licenze se si utilizzano applicativi diversi e molto altro.

Tuttavia si tratta di una decisione strategica, la cui attuazione richiede un’adeguata valutazione per scegliere il prodotto giusto, effettuarne la necessaria configurazione ed eventualmente richiedere al fornitore le presonalizzazioni che occorrono. Non è possibile adottare un software “a scatola chiusa”, anche se avesse un costo estremamente conveniente, perchè bisogna essere sicuri che si adatti nel miglior modo possibile ai processi della propria azienda.

Per questo abbiamo messo a punto un metodo di valutazione di Odoo (OpenERP) che consente al potenziale cliente di valutarne tutti gli aspetti in modo adeguato. Esso consiste dei seguenti passi:

1) Il potenziale cliente effettua una valutazione preliminare del software provando la demo sul sito del produttore Odoo s.a.

2) Dopo questo primo approccio al programma, se la valutazione di Odoo è positiva, contatta un partner come noi, allegando qualche dettaglio della sua attività e degli obiettivi che si pone con l’adozione di un ERP. Se ha preparato delle specifiche di progetto, in questa fase sono utilissime.

3) Avviene un primo contatto telefonico, durante il quale, anche grazie alla lettura delle specifiche del cliente, si cerca di valutare se il prodotto copre tutte le esigenze del cliente oppure se sono necessarie delle personalizzazioni/estensioni. Ad esempio, in questa fase ci è stato chiesto:

– da parte di un’azienda che progetta e produce apparecchiature industriali su commessa, la possibilità di associare a una specifica commessa il materiale acquistato, a partire dall’ordine al fornitore, per tutte le fasi di lavoro interne, presso terzisti e dopo la consegna del prodotto finito

– da parte di un’altra azienda di produzione, la possibilità di usare diverse distinte base per ogni prodotto, scegliendone una al momento dell’inserimento del preventivo di vendita, con la possibilità di modificare la distinta base durante la produzione; la tracciatura delle ore di utilizzo delle macchine; il calcolo della loro resa ecc.

– da parte di aziende che assemblano e commercializzano beni industriali, la possibilità di formulare preventivi senza specificare dettagliatamente i componenti, ma soltanto le loro famiglie; l’inserimento di regole personalizzate di calcolo dei preventivi; la valutazione dei margini, confrontando il preventivo così preparato con il materiale effettivamente fornito ecc.

4) Sulla base di queste esigenze, formuliamo una prima valutazione dei tempi e dei costi del progetto.

5) Se essi rientrano nelle aspettative del cliente, e se ha una deadline definita per il progetto, gli chiediamo di inviarci un estratto di dati, che coinvolgono le aree funzionali che ritiene più significative. Con questi dati prepariamo una demo personalizzata, per consentire una valutazione di Odoo in termini di quanto il prodotto è già  in grado di fare e quale è l’entità delle implementazioni necessarie.

6) Vedere il funzionamento di Odoo con dati familiari e seguire il flusso di lavoro abituale, evidenziando solo i punti dove è necessario intervenire, rende assai semplice per il cliente comprendere i benefici che otterrà e discutere i dettagli del progetto. Quando decide di iniziare, lo fa veramente a ragion veduta.

Tutto questo processo è evidentemente un investimento da parte nostra, che non richiede alcun costo al potenziale cliente, se non il tempo necessario per inviarci le sue specifiche preliminari e un estratto dei suoi dati. Anche se dovesse rimandare il progetto, è comunque un momento utilie per vedere un moderno ERP in azione, non con la “solita” demo generalista, ma calato nella propria situazione. Spesso in queste occasioni nascono spunti di discussione e di innovazione nella gestione informativa aziendale, che vanno oltre l’ambito del software puro e semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *