Blog

Gestionale verticale o ERP internazionale?

Tutte le applicazioni sviluppate ad hoc ad un certo punto della loro vita arrivano ad una fase di stallo.

La loro realizzazione ha richiesto un arco di tempo significativo e fin’ora hanno offerto un buon livello di supporto integrato per cui si tende a conservarle. Tuttavia, la forte personalizzazione che fin’ora è stata un plus diventa il problema principale. Il sistema non ha la flessibilità necessaria per seguire lo sviluppo dell’azienda e le modifiche successive tendono ad appesantirne la struttura.

Inoltre come succede sempre in ambito IT l’obsolescenza dell’architettura rende difficile il mantenimento e il reperimento di competenze. Adeguare l’applicazione alle nuove esigenze dell’azienda o ai cambiamenti tecnologici diventa estremamente costoso; per un po’ di tempo ci si adatta a utilizzare un software ormai obsoleto, magari integrandolo con piccoli sviluppi esterni per singoli uffici (in Access, Excel, ecc.). Alla fine ci si decide a cercare altre soluzioni.

Nasce così l’esigenza di cambiare applicativo, si può decidere di introdurre un gestionale verticale o un ERP internazionale.

I gestionali verticali sono realizzati da software house nazionali specializzate in un settore merceologico o in un’area funzionale specifica (contabilità, paghe e stipendi, ecc.) non hanno un alto grado di flessibilità e non permettono di aumentare le funzionalità nell’arco del tempo ma hanno tempi di messa in gestione molto brevi. Il loro obiettivo è facilitare il lavoro informatizzando le procedure e ridurre la circolazione di informazioni verbali e documenti cartacei.

Un ERP internazionale è un sistema più completo come funzionalità (hanno un numero molto alto di moduli che riescono a coprire l’80-90% dei processi aziendali) e quelli tecnologicamente più avanzati. Molti sono web based e possono essere utilizzati anche attraverso ipad o smartphone. Gli ERP internazionali sono rivolti a più tipologie di aziende necessitano però sempre di alcuni adattamenti: hanno una flessibilità intrinseca che permette di sviluppare le personalizzazioni necessarie.

Vi sono due grandi categorie di ERP internazionali: quelli proprietari e quelli open source. Solo per citare alcuni nomi SAP, Oracle e Dynamic sono ERP proprietari e quindi richiedono una licenza, mentre openERP, OpenBravo e Compiere sono i più famosi ERP opensource.

L’implementazione di un ERP porta ad una standardizzazione dei processi e ha l’obiettivo di consentire un controllo di gestione puntuale. I vantaggi di un ERP internazionale riguardano quindi sia l’operatività quotidiana, che diventa più snella, sia la possibilità di prendere decisioni di business più efficaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *