Blog

Costi Odoo

Prima di tutto sfatiamo il pensiero per cui Open Source = Gratis. Come in tutte le selezioni si cerca il miglior rapporto qualità prezzo ed è vero che questa gara viene vinta sempre più spesso da soluzioni Open Source.  Sia nella Pubblica Amministrazione che nelle PMI.

La qualità è data dalla tecnologia, molto spesso all’avanguardia rispetto alle soluzioni proprietarie e dalle performance, ma anche dalla libertà e la capitalizzazione che l’azienda ottiene venendo in possesso dei sorgenti.

Arriviamo ora ad analizzare i costi Odoo, non vi sono costi di licenza, tutti i costi sono legati ai servizi. Come servizi intendiamo ore di analisi, di programmazione, di formazione, ecc

I costi Odoo si possono dividere in due gruppi, quelli iniziali e quelli di mantenimento. Ovviamente stiamo parlando di progetti realmente Open Source, che prevedono l’installazione di Odoo sul server del cliente, non di soluzioni cloud.

Gli investimenti iniziali di un progetto Odoo standard senza personalizzazioni si aggirano intorno ai 5k euro, la cifra varia in base al numero di moduli da configurare e dalle ore di formazione richieste.

I costi Odoo dei progetti personalizzati aumentano in proporzione alla complessità oltre che dei moduli e dei corsi di formazione.

Dopo la messa in gestione è possibile sceglie tra diversi livelli assistenza. I costi sono legati al SLA, un contratto che prevede tempi di risposta molto brevi ha costi più alti ed è richiesto da aziende medio grandi.

L’assistenza copre due diverse esigenze egualmente importanti: quella di essere supportati su problematiche funzionali e quella di avere un software con garanzia sul nucleo e sui moduli personalizzati.

E’ importante che la formazione del personale sia graduale e continua, gli utenti si abituano al software e man mano che assimilano le conoscenze velocemente possono acquisirne di nuove durante l’anno e diventare più veloci ed esperti. E’ bene prevedere un numero di chiamate (ticket funzionali) da utilizzare durante l’arco dell’anno. Una risposta precisa sulla procedura da fare nel momento giusto evita di doversi trovare a risolvere problemi più complessi in futuro.

Il secondo aspetto tocca il tema caldo della garanzia sul software, la licenza GNU non prevede responsabilità da parte della casa che sviluppa il software per cui non è garantita la copertura dei bug sul nucleo ne su parti personalizzate. Si sa però che alcuni malfunzionamenti su una particolare strada si possono scoprire anche dopo parecchi mesi o solo con certi dati caricati. Per cui è bene accordarsi su questi aspetti in fase di contratto con il partner che si sceglie e verificare se i ticket sui malfunzionamenti sono illimitati e se riguardano sia nucleo che moduli personalizzati.

Non esitate a chiederci un preventivo personalizzato sulle vostre esigenze.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *